Come identificarla e curarla

Sindrome del Burn-out insorge a causa dello stress lavorativo, tipico delle professioni di aiuto (Vedi tabella 1 qui sotto riportata).

Le linee guida dell’Ispesl lo definiscono come ” Progressiva perdita di idealismo, energia e scopi, vissuta da operatori sociali, professionali e non, come risultato delle condizioni in cui lavorano”.

In queste professioni le abilità e competenze personali sono altrettanto importati delle abilità e competenze tecnico/specifiche (abilità professionali) perché, per la buona riuscita del lavoro, è fondamentale la costruzione di un rapporto di fiducia con le persone verso cui è diretto l’intervento. Infatti, in queste professioni viene richiesto al professionista un equilibrio emotivo stabile, proprio perché il carico emotivo richiesto dall’attività professionale è continuo e molto forte.

Ecco perché, questa sindrome viene descritta con aggettivi quali: bruciarsi, esaurirsi scoppiare, spegnersi, perdere entusiasmo, voglia di lavorare e motivazione.

Lo stress è legato al carico di responsabilità che si ha nei confronti delle persone verso cui è diretta l’azione di aiuto, da cui dipende il loro benessere, la loro tutela, la loro vita.

Aree professionali soggette a Sindrome del Burn-out

Sanità

Medici

Personale infermieristico

Psicologi

Attività socio-assistenziali

Educazione

Educazione e assistenza infantile e speciale

Insegnanti

Studenti

Altre aree
professionali

Agenti di polizia/carabinieri/forze dell’ordine in generale

Managers

Avvocati

Controllori di volo

Ingegneri

Imprenditori

Politici

Impiegati

Giornalisti

La Sindrome del Burn-out coinvolge molte categorie professionali, e può compromette qualsiasi profilo professionale.

Il fatto di sentire sulle proprie spalle delle responsabilità così forti, rappresenta un carico emotivo estremo che, se non gestito e controllato con fattori che ne permettono lo sfogo, vanno a logorare il benessere psico-fisico del professionista con gravi conseguenze sulla sua attività lavorativa.

In queste professioni le emozioni che il professionista è chiamato a gestire sono intense, e vanno dal coinvolgimento emotivo, irritazione, distacco emotivo, reazioni somatiche, impulso a fuggire, forti sentimenti aggressivi. Queste emozioni sono così frequenti ed intense che mettono a dura prova le capacità personali di gestirle.

In questi contesti lavorativi sono molto importanti anche la qualità del contesto e del clima lavorativo: conflitti con capi, collaboratori e colleghi possono incrementare il disagio e diminuire ancora di più le capacità di coping necessarie per fronte a queste situazioni difficili. Diventa pertanto importante curare la qualità dei rapporti per evitare i conflitti sul lavoro

Può succedere che ad esempio, piccole incomprensioni possano determinare gravi litigi, importanti errori professionali, con dannose conseguenze sull’andamento generale del lavoro stesso e il rapporto stesso con l’utenza ecco perché la Sindrome del Burn-out colpisce le professioni di aiuto .

Cosa può aiutarti nel far fronte alla sindrome del bur-nout

Ci sono tre importanti risorse personali su cui puoi lavorare

  1. Corso di Comunicazione Efficace diventa un abile comunicatore
  2. Corso autostima e motivazione pronti a cambiare vita
  3. Corso di Rilassamento Muscolare Progressivo